EN IT
A
print page
 
Censimento Studi Europei
 
 
 

07/01/2015

Adesione dell'Unione Europea alla CEDU: la Corte di Giustizia esprime parere negativo sul Progetto di accordo

 

Il 18 dicembre 2014 la Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha adottato il parere 2/13 pronunciandosi sulla compatibilità del Progetto riveduto di accordo per l'adesione dell’Unione Europea alla Convenzione europea dei diritti umani (CEDU), presentato a Strasburgo il 10 giugno 2013.

La Corte di Giustizia, sottolineando la peculiarità dell'ordinamento giuridico dell'Unione, ha identificato sei principali profili di incompatibilità del Progetto con il diritto primario dell’Unione, riguardanti rispettivamente: l'applicazione dell'art. 53 CEDU rispetto ai diritti riconosciuti dalla Carta dei diritti fondamentali dell'UE; la preservazione del principio della fiducia reciproca fra gli Stati membri dell'Unione Europea; l'autonomia ed efficacia del meccanismo del rinvio pregiudiziale alla luce del Protocollo XVI alla CEDU; la compatibilità tra l'art. 344 TFUE e l'art. 33 CEDU; il meccanismo del convenuto-aggiunto (co-respondent) e del previo coinvolgimento della Corte di Giustizia; l'attribuzione esclusiva alla CEDU della competenza a pronunciarsi sulla violazione dei diritti in ambito PESC/PESD.

In ragione di tutti gli aspetti identificati la Corte ha quindi concluso che il progetto di accordo sull’adesione dell’Unione Europea alla CEDU non è compatibile con le disposizioni del diritto dell’Unione.

Tenuto conto, da un lato, dell'efficacia giuridica dei pareri adottati dalla Corte di Giustizia ai sensi dell'art. 218(11) TFUE e, dall'altro lato, dell’obbligo posto dal Trattato di Lisbona per l’Unione di aderire alla CEDU (art. 6(2) TUE), il Consiglio e la Commissione dovranno ora attivarsi per riaprire i negoziati con il Consiglio d’Europa al fine di adottare un nuovo accordo di adesione in linea con il parere della Corte di Giustizia dell'Unione Europea.

La versione integrale del parere 2/13 è disponibile a questo indirizzo.

 
 
 
 
 
 

Censimento Studi Europei

Presentazione

 

AUSE

Ricevi gli aggiornamenti