EN IT
A
print page
 
Censimento Studi Europei
 
 
 

23/07/2015

Il Consiglio dell'Unione Europea adotta un nuovo piano d’azione dell’UE per i diritti umani e la democrazia, "Mantenere i diritti umani al centro dell'azione dell'UE"

 

Il Consiglio dell’Unione Europea, accogliendo con favore la comunicazione congiunta intitolata"Mantenere i diritti umani al centro dell'azione dell'UE", presentata dall’Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza insieme alla Commissione europea, adotta un nuovo piano d’azione sui diritti umani e la democrazia per il periodo 2015-2019. In questo modo il Consiglio ribadisce l’impegno dell’Unione europea a promuovere e tutelare i diritti umani e a sostenere la democrazia in tutto il mondo.  

Il nuovo piano d'azione mira a rafforzare l'attuazione della politica dell'Unione europea sui diritti umani con un accento particolare sul rafforzamento della titolarità da parte delle istituzioni locali, dei meccanismi e degli attori della società civile, e sul sostegno dei difensori dei diritti umani. Il piano d'azione delinea i piani di collaborazione tra l'UE e le istituzioni locali nei paesi partner nonchè le linee guida per un sostegno mirato e il capacity building sul terreno. 

Il piano rafforza l'impegno per l’integrazione dei diritti umani in tutte le attività e le politiche dell'Unione europea (compresa la cooperazione allo sviluppo, la migrazione / asilo,la  lotta al terrorismo e gli scambi commerciali / investimenti), per garantire la coerenza e l'efficienza sia interna che esterna, e inoltre per promuovere parità di genere ed emancipazione femminile.

Gli obiettivi specifici sono individuati in 5 aree tematiche:

  • incrementare la titolarità degli attori locali;
  • affrontare le sfide dei diritti umani;
  • garantire un approccio globale per i diritti umani nei conflitti e nelle crisi;
  • favorire una maggiore coerenza e consistenza;
  • garantire una politica di sostegno più efficace nei confronti dei diritti umani e della democrazia.

Il nuovo piano d'azione è stato preparato dal Servizio europeo per l'azione esterna, e coinvolge la Commissione europea e gli Stati membri dell’UE di cui sono tutti responsabili dell'attuazione. Il piano è costruito sul Piano d'azione 2012-2014 per i Diritti Umani e la Democrazia, e ribadisce l'impegno dell'UE per il Quadro Strategico per i Diritti Umani e la Democrazia, che continuerà a guidare le azioni dell'Unione Europea nel settore.

Il piano d'azione sarà attuato con il coinvolgimento del Parlamento Europeo e consultazioni regolari con le parti interessate, in particolare con le organizzazioni della società civile. Una valutazione intermedia sarà effettuata nel 2017. Il piano d'azione copre il periodo fino al 31 dicembre 2019.


 

Documenti e risorse

 
Le conclusione del Consiglio dell’Unione Europea sul Piano d’Azione sui diritti umani e la democrazia per il periodo 2015-2019
 
Comunicazione congiunta al Parlamento Europeo e al Consiglio dell'Unione Europea
 
 
 
 
 

Censimento Studi Europei

Presentazione

 

AUSE

Ricevi gli aggiornamenti